top of page
  • Immagine del redattoreAdmin

Azione Cattolica: "Testimoni di tutte le cose da Lui compiute"

Sabato 3 e Domenica 4 febbraio, presso il Seminario Pio XI si è tenuta la XVIII assemblea diocesana elettiva di Azione Cattolica che ha visto coinvolti tutti delegati parrocchiali di AC. I delegati si sono suddivisi in vari gruppi per la modifica dell’atto normativo diocesano che ha chiuso il quadriennio 2020-24. L’assemblea Diocesana è stata presieduta dal vescovo Don Fortunato Morrone, che ha portato il suo saluto e la sua benedizione ai partecipanti. Una cura particolare quest’anno è stata riservata anche ai ragazzi dell’EDR, che hanno creato il loro documento assembleare, perché crediamo davvero che anche loro sono pienamente corresponsabili dell’associazione (con le modalità adatte alla loro età) e missionari verso i loro coetanei. 

A seguire, il presidente diocesano uscente, Nico Chirico ha presentato la sua relazione, ripercorrendo le principali attività e iniziative svolte dall’associazione negli ultimi quattro anni, a seguire sono intervenuti i rappresentanti dei diversi Settori (Acr, Giovani, Adulti) e del Movimento Studenti di AC (MSAC), che hanno portato le loro testimonianze e le loro proposte per il futuro. Sono stati presentati i candidati per il rinnovo del consiglio diocesano, che successivamente proporrà una terna di nomi al Vescovo, per la scelta del Presidente Diocesano. La prima serata si è conclusa con l’agape fraterna e l’Adorazione Eucaristica, al termine della quale i Presidenti parrocchiali uscenti, hanno ricevuto una lampada, per indicare il loro essere stati “sentinelle nella notte" in quanto hanno avuto il compito di portare ad ogni parrocchia la Sua Luce.

Domenica, il Documento Finale, è stato votato punto per punto da tutti i delegati perché esso è, e rimane, il documento fondamentale che guida il cammino dell’associazione nel triennio successivo. L’Assemblea si è conclusa con la Santa Messa, al termine della quale è stato dato mandato ai Nuovi presidenti parrocchiali da parte del vescovo, che ha consegnato a ciascuno una matita, per essere uno strumento nelle Sue mani, impegnandosi a scrivere una nuova storia per la nostra Associazione, come veri “Testimoni di tutte le cose da Lui compiute”.



38 visualizzazioni
bottom of page