• admin

Azione Cattolica, vivi all’altezza della tua storia! 150 anni e non sentirli!


di Alessandra Lupia

Sabato 5 Maggio si è svolta a piazza Duomo la Festa Unitaria per i 150 anni dell’Azione Cattolica! Tutte le parrocchie della nostra diocesi si sono ritrovate insieme per questo bellissimo pezzo di storia. Una storia iniziata grazie all’azione di due giovani Mario Fani e Giovanni Acquaderni nel 1867 con il motto “Preghiera, Azione, Sacrificio”. È una storia di un popolo formato da uomini e donne di ogni età e condizione, che vogliono vivere insieme l’incontro con il Signore. Persone che annunciano con la propria vita la bellezza dell’amore di Dio e che con il loro impegno e la loro competenza contribuiscono alla costruzione di una società più giusta. Quello di sabato pomeriggio, infatti, è stato proprio un tuffo nel passato per ripercorrere la storia non solo al livello nazionale ma anche al livello diocesano e parrocchiale. Nella nostra parrocchia l’Azione Cattolica è presente dal 1937 e ha visto il susseguirsi di tante persone che hanno lasciato un’impronta, basti pensare a Paolo Ielo, Nicola Merenda, Giuseppina Spadaro. Fare memoria di un lungo itinerario di vita aiuta a rendersi consapevoli del compito che si ha cioè di essere un popolo che cammina cercando di aiutare le persone a crescere umanamente e nella fede. È una storia bella e importante, ed è stato emozionante rivivere la storia parrocchiale. Tutto questo serve da incoraggiamento, soprattutto per i giovani, per continuare ad essere un popolo di missionari che vivono e testimoniano la gioia di sapere che il Signore ci ama ma serve anche per continuare la profonda storia che abbiamo alle nostre spalle. Ed è per questo che il motto della Festa Unitaria è stato proprio “Azione Cattolica, vivi all’altezza della tua storia!”, frase tratta dal discorso di Papa Francesco in occasione dei festeggiamenti nazionali il 30 Aprile 2017. Quella del 5 Maggio è stata proprio una festa iniziata con un momento di preghiera presieduto dal nostro vescovo Morosini per poi continuare con un ora di festa scandita in tre momenti: Correva l’anno per riscoprire le nostre radici, Corre l’anno per evidenziare le sfide dei giorni nostri è infine L’anno che verrà per puntare al futuro. La cena è stata organizzata da Libera, associazione contro le mafie, che ha riunito i ristoratori associati contro il pizzo che hanno preparato dei cestini per tutte le persone che lo desideravano e che sono rimaste a piazza Duomo per assistere al concerto dei Mattanza un gruppo musicale etnico della nostra città. È stata una serata caratterizzata dalla gioia di stare insieme e dalla voglia di continuare questa fantastica storia per altri 150 anni!


0 visualizzazioni